Condividi
Preferiti
Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Fitness
Trekking

Dal Passo Feudo a Vardabe

· 1 recensione · Trekking · Val di Fiemme
Responsabile del contenuto
APT Val di Fiemme Partner verificato  Explorers Choice 
  • Pascoli di Vardabe
    / Pascoli di Vardabe
    Foto: G. Zanon, APT Val di Fiemme
  • / Le baite di Vardabe
    Foto: Staff Outdoor Val di Fiemme, APT Val di Fiemme
  • / Il pascolo ed i larici di Vardabe
    Foto: Staff Outdoor Val di Fiemme, APT Val di Fiemme
m 2400 2200 2000 1800 1600 1400 8 7 6 5 4 3 2 1 km Rifugio Passo Feudo Alpine Coaster Gardonè Geotrail Dos Capèl The Absent Herdsman The Dragon Forest

Le baite nel lariceto: scorci bucolici inaspettati in zone poco frequentate, pur godendo della comodità di portarsi in quota con gli impianti di risalita.
media
8,4 km
4:00 h.
300 m
800 m

Lunga escursione prevalentemente in discesa per chi desidera farsi avvolgere dal silenzio e attraversare pascoli e boschi prevalentemente in solitudine. Ci troviamo infatti in una zona di facile raggiungibilità, grazie all’accesso garantito dagli impianti di risalita, ma fuori dai circuiti classici escursionistici. Non sarà strano quindi effettuare l’intera escursione in solitaria.

Sono varie le baitine che si incontrano durante l’escursione: dal piccolo Baito dei Sugadoi, attrezzato in modo molto semplice come ricovero d’emergenza, alle meravigliose vecchie baite adagiate nei prati di località Vardabe. Raggiungere il pascolo di Vardabe significa scoprire un piccolo villaggio rurale in miniatura: l’agglomerato degli antichi fienili, che custodiscono ancora le stalle e le mangiatoie, risalgono a fine 1700, protetti da una cornice di imponenti larici. 

I panorami sul Lagorai e sulle Pale di san Martino sono sempre eccezionali, per non menzionare il fatto che si parte da Passo Feudo, ai piedi del maestoso Latemar.

 

 

Consiglio dell'autore

Il percorso per lo più in discesa non deve indurre a sottovalutarne la difficoltà: un minimo di allenamento e resistenza sono comunque necessari.
outdooractive.com User
Autore
Staff Outdoor Val di Fiemme
Ultimo aggiornamento: 09.06.2020

Difficoltà
media
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
2194 m
Punto più basso
1490 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Possibilitá di ristoro

Rifugio Passo Feudo

Indicazioni sulla sicurezza

LE 10 REGOLE PER GLI ESCURSIONISTI

  1. Studiate e preparate bene il vostro itinerario
  2. Scegliete un percorso adatto alla vostra condizione fisica
  3. Portate vestiti ed attrezzatura idonei
  4. Consultate il bollettino metereologico
  5. Partire da soli è rischioso, portate con voi il cellulare
  6. Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro
  7. Se non siete sicuri, non esitate ad affidarvi ad un professionista
  8. Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso
  9. In caso di stanchezza o di problemi, non esitate a tornare sui vostri passi
  10. In caso di incidente chiamate il numero 112

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Ulteriori informazioni e link

www.visitfiemme.it  

www.montagnanimata.it 

Partenza

Passo Feudo (2168 m)
Coordinate:
Geografico
46.346989, 11.558803
UTM
32T 696889 5135783

Arrivo

Gardonè

Direzioni da seguire

Salire al Rifugio Passo Feudo con gli impianti di risalita Latemar MontagnAnimata oppure da Pampeago con la seggiovia Latemar (aperti da metà giugno a metà settembre) e poi su sentiero n° 521.

Dal Passo Feudo scendere lungo la strada sterrata e, poco prima di arrivare al tratto pianeggiante, sulla sinistra, seguire l’indicazione “Baito Sugadoi” e “Funivie Gardonè”. Il sentiero taglia tutta la costa sotto il rifugio passando sotto la seggiovia.

Ad un bivio ignorare la segnaletica (Funivia Monte Gardonè) e seguire le indicazioni per “Bait Sugadoi 0.35 min” e “Funivie Gardonè 2.40 ore”. Proseguire sul sentiero, prima pianeggiante e poi in leggera discesa fino a raggiungere il piccolo “Bait dei Sugadoi” (2.196 m).

Il sentiero continua in discesa. Al termine del tratto ripido ignorare la strada forestale a sinistra e proseguire in discesa, a destra, sulla strada ciottolata. Su una curva si trovano le tabelle segnaletiche che indicano “Malga Baita Gardonè”.

Imboccare il sentiero che termina nella Foresta dei Draghi (percorso per famiglie con bambini della MontagnAnimata)  e proseguire verso destra raggiungendo la telecabina che riporta a Predazzo.

 

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Mezzi pubblici

L'autobus di linea Cavalese - Penia effettua la fermata agli impianti di risalita Latemar MontagnAnimata.

Come arrivare

Da Cavalese dirigersi verso la Val di Fassa. Appena dopo il paese di Predazzo si trovano sulla destra gli impianti di risaluta Latemar MontagnAnimata.

Dove parcheggiare

Ampio parcheggio alla partenza degli impianti di risalita
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Mappe consigliate

Tabacco – Val di Fiemme, Lagorai, Latemar N° 14

Kompass – Val di Fiemme, Catena del Lagorai N° 618

Attrezzatura

Scarpe da trekking, giacca impermeabile, bastoncini da trekking, acqua, crema solare

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere qualcosa?


Recensioni

4,0
(1)

Foto di altri utenti


Recensione
Difficoltà
media
Lunghezza
8,4 km
Durata
4:00h.
Dislivello
300 m
Discesa
800 m
Percorso ad anello Panoramico Ristori lungo il percorso Impianti di risalita/discesa

Statistiche

  • 2D 3D
  • Contenuti
  • Crea nuovo punto
  • Show images Nascondi foto
: ore
 km
 mt
 mt
 mt
 mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio